Modica: Dopo le polemiche, la Margherita guarda al futuro

Al bando le polemiche sull’abbandono dei rispettivi ruoli degli esponenti della Margherita, adesso bisogna guardare al futuro. E’ Antonello Buscema a chiedere agli iscritti al partito, di "progettare un percorso condiviso che faccia germogliare questo nuovo partito dal basso, coinvolgendo non solo i gruppi dirigenti dei Ds e della Margherita che vorranno aderirvi, ma anche e soprattutto, tanti amici e simpatizzanti che, fino ad oggi, hanno preferito stare alla finestra o impegnarsi nella società civile senza partecipare direttamente alla vita interna di un partito. A Modica – aggiunge Buscema – vi sono alcune condizioni particolarmente favorevoli: siamo reduci da una campagna elettorale che ha incredibilmente attivato energie, entusiasmo, voglia di partecipazione che vanno coltivati e che sarebbe errore politico gravissimo far disperdere o disilludere". Riferendosi alle nuove prospettive politiche pervenute da ambienti moderati del centrodestra, Antonello Buscema, evidenzia come sia "contraddittorio dichiararsi interessati alla costruzione di un nuovo soggetto politico e, al contempo, anticiparne e stabilirne a priori le scelte e le strategie, senza tenere conto di come si evolverà il quadro politico generale e senza un reale confronto sulla condivisione di alcuni valori in cui crediamo e per i quali ci siamo spesi, a prescindere dai numeri e dalle convenienze, in questi anni. Sarà questo – conclude l’esponente della Margherita – il compito degli aderenti e dei gruppi dirigenti di un partito democratico forte, autorevole e rappresentativo".

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa